logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Fiesso Umbertiano Sito ufficiale del Comune

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto.


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
             

Contrassegno europeo per disabili

Dove rivolgersi

Polizia Locale
Telefono  +39 0425 741300
Responsabile  dott.ssa Sonia Bertolini
Fax  +39 0425 741310
Email  vigili@comunefiessoro.it

CONTRASSEGNO EUROPEO PER DISABILI

Le persone invalide con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta hanno la possibilità di ottenere, il cosiddetto "contrassegno europeo per disabili" in vigore dal 15 settembre 2012 che ha sostituito il vecchio contrassegno arancione. Il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili "europeo", ha un formato rettangolare, di colore azzurro chiaro, con il simbolo internazionale dell'accessibilità bianco della sedia a rotelle su fondo blu.

 

 

Per ottenerne il rilascio dell’autorizzazione in deroga per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide con capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta ed il rilascio del contrassegno di parcheggio per disabili occorre:

- presentare domanda su apposito modulo (vedi modulo sotto indicato) al Responsabile del Servizio di Polizia Locale del Comune di residenza, nella quale dichiara sotto la propria responsabilità i dati personali e gli elementi oggettivi che giustificano la richiesta.
Alla domanda occorre allegare:
- certificazione medica rilasciata dall'ufficio medico-legale dell'Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, o il verbale del Commissione Medica per l'accertamento dell'invalidità civile, dalla quale risulta che nella visita medica è stato espressamente accertato che la persona per la quale viene chiesta l'autorizzazione ha effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta;
- n. 1 fotografia formato tessera a colori;
- documento d'identità in corso di validità.
Sono esentati dalla marca da bollo coloro che hanno ridotte capacità motorie permanenti.

L'autorizzazione permanente ha validità 5 anni. Il rinnovo avviene con la presentazione del certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio

Per le persone invalide a tempo determinato in conseguenza di infortunio o per altre cause patologiche, l'autorizzazione può essere rilasciata a tempo determinato con le stesse modalità di cui sopra.
- presentare domanda su apposito modulo (vedi modulo sotto indicato) al Responsabile del Servizio di Polizia Locale del Comune di residenza, nella quale dichiara sotto la propria responsabilità i dati personali e gli elementi oggettivi che giustificano la richiesta.
Alla domanda occorre allegare:
- certificazione medica rilasciata dall'ufficio medico-legale dell'Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, che deve specificare il presumibile periodo di durata dell'invalidità;
- n. 1 fotografia formato tessera a colori;
- documento d'identità in corso di validità;
- n. 2 marche da bollo da 16,00 € da applicare una sulla domanda ed una sull'autorizzazione.

Trascorso tale periodo è consentita l'emissione di un nuovo contrassegno a tempo determinato, previa ulteriore certificazione medica rilasciata dall'ufficio medico-legale dell'Azienda Sanitaria Locale di appartenenza che attesti che le condizioni della persona invalida danno diritto all'ulteriore rilascio.

In particolari condizioni di invalidità e se la persona invalida non ha disponibilità di uno spazio di sosta privato accessibile, nonché fruibile, il titolare del contrassegno disabili può presentare domanda presso il proprio comune che, con propria ordinanza, può assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi del "contrassegno di parcheggio per disabili" del soggetto autorizzato ad usufruirne (fig. II.79/a).

 

Uso corretto del contrassegno disabili

 

- Il contrassegno è strettamente personale, non è vincolato ad uno specifico veicolo e deve essere usato esclusivamente se la persona invalida è presente sul veicolo al momento dell'utilizzo;
- ha valore su tutto il territorio della comunità europea.
- deve essere esposto, in originale, nella parte anteriore del veicolo, in modo che sia chiaramente leggibile dall'esterno per i controlli.
- In caso di furto o smarrimento, è necessario presentare copia della denuncia rilasciata dalle autorità di Pubblica Sicurezza.
- In caso di deterioramento o illeggibilità del contrassegno, occorre restituirlo allo sportello URP, per ottenere immediatamente il rilascio del duplicato.


E' consentito circolare:
a) nelle zone a traffico limitato (Ztl), quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità;
b) nelle zone a traffico controllato (Ztc);
c) nelle aree pedonali urbane (Apu), quando è autorizzato l’accesso anche a una sola categoria di veicoli adibiti a servizi di trasporto e pubblica utilità; nelle vie e corsie preferenziali riservate ai mezzi di trasporto pubblico e ai taxi;
d) in caso di blocco, sospensione o limitazione della circolazione per motivi di sicurezza pubblica, di pubblico interesse e per esigenze di carattere militare oppure quando siano previsti obblighi e divieti, temporanei o permanenti, anti-inquinamento, come le domeniche ecologiche o la circolazione per targhe alterne (art. 188 Regolamento di esecuzione del CdS);
e) Il diritto di accesso dei veicoli al servizio della persona disabile titolare di un contrassegno è riconosciuto in tutte le aree carrabili dove è ammessa una sola categoria di veicoli; tuttavia è da tener presente che le modalità attraverso le quali questo accesso nella Ztl viene regolamentato possono variare da Comune a Comune:
Infatti, in alcuni casi è sufficiente l’esposizione del contrassegno mentre in altri, soprattutto se sono presenti varchi elettronici, bisogna preventivamente comunicare il numero della targa del veicolo.
quindi, per evitare di ricevere un’impropria sanzione, per cui si dovrebbe successivamente fare ricorso al Prefetto o Giudice di Pace del comune in questione, è sempre opportuno informarsi preventivamente presso i competenti uffici del comune di destinazione.

E' consentito parcheggiare:
a) negli appositi spazi riservati nei parcheggi pubblici, ad eccezione degli stalli di parcheggio personalizzati (cioè riservati al veicolo al servizio di un singolo titolare di contrassegno disabili);
b) nelle aree di parcheggio a tempo determinato, senza limitazioni di orario e senza esposizione del disco orario, ove previsto;
c) nei parcheggi a pagamento (delimitati dalle cosiddette strisce blu), gratuitamente, quando gli spazi riservati risultino già occupati, se espressamente stabilito dal Comune;

E' vietato:
- negli spazi di parcheggio personalizzati (ad personam) cioè riservati a un singolo titolare di concessione con apposita segnaletica che riporta il numero dell’autorizzazione;
- esporre il contrassegno su un veicolo non a servizio dell'invalido (utilizzo improprio sanzionabile come da artt. 158 comma 2 e 6 e 188 comma 4);
- derogare ai divieti di sosta di cui agli artt. 157 e 158, infatti tali articoli vietano la fermata e la sosta laddove esiste una segnaletica verticale o semaforica, e in modo da non occultarne la vista, in prossimità di corsie di canalizzazione ed in corrispondenza o in prossimità di incroci, davanti ai passi carrabili, in seconda fila, sui passaggi pedonali e sui marciapiedi;
- utilizzare fotocopia del contrassegno o fare fotocopie per i parenti o altri;
- alterare, contraffare, falsificare il contrassegno (sanzione penale art. 482 codice penale);
- continuare ad utilizzare il contrassegno quando il titolare del contrassegno è deceduto (in tal caso restituirlo al Comune).

 

Note aggiuntive

Si precisa che i testi dei provvedimenti pubblicati non costituiscono i testi ufficiali, per i quali si deve fare riferimento agli atti originali pubblicati nella Gazzetta Ufficiale o eventualmente nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

 

Data aggiornamento scheda

12/04/2018
Via Verdi, 230 - 45024 Fiesso Umbertiano (RO)
P.IVA 00197230295
tel. 0425 - 741300 PEC: info@pec.comunefiessoro.it