logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Fiesso Umbertiano Sito ufficiale del Comune

Provincia di Rovigo - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Luglio  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

IUC

IUC - Imposta Unica Comunale (TASI - IMU) anno 2017

Informativa

La “legge di stabilità 2014” n. 147 del 27.12.2013 ha istituito dal 1° gennaio 2014 l'Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone dell'Imposta Municipale Propria (IMU) , di natura patrimoniale e dovuta dal possessore di immobili escluse le abitazioni principali, di una componente riferita ai servizi, a sua volta articolata nel Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) e nella Tassa sui Rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

La disciplina della IUC, contenuta nella legge n. 147/2013 è integrata dai Regolamenti comunali cui spetta il compito di definire nel dettaglio alcuni aspetti di rilievo relativi all'applicazione delle singole componenti dell'imposta. 

 

IUC – IMU/TASI del 2017
Per l’anno d’imposta 2017 sono state confermate le novità introdotte con la Legge di Stabilità 2016 e quindi la IUC è rimasta sostanzialmente invariata rispetto all'anno precedente.
Si rinvia pertanto alle informazioni già in vigore dal 2016 che troverete di seguito riportate.

Si fornisce di seguito un riepilogo delle scadenze 2017 di ogni singola componente della IUC:



Scadenze IMU e TASI 2017

Le scadenze di IMU e TASI sono regolamentate dalla normativa di riferimento.

 

 

ACCONTO (o intera imposta)

SALDO  (*)

IMU

16 Giugno 2017

16 Dicembre 2017

TASI

16 Giugno 2017

16 Dicembre 2017

 (*) La scadenza del saldo è il 16 Dicembre  ma cadendo di sabato è rinviata a Lunedì 18 Dicembre

 

 

Scadenze TARI 2017

Le scadenze di TARI sono state individuate dal Comune.

 

 

ACCONTO

SALDO (*)

TARI

30 Giugno 2017

30 Dicembre 2017

 (*) La scadenza del saldo è il 30 Dicembre  ma cadendo di sabato è rinviata a martedì 2 Gennaio 2018.

 

 

Per la TA.RI. (tassa rifiuti) 2017 il Comune di Fiesso Umbertiano, invierà i modelli di pagamento precompilati per il versamento della rata in acconto (scadenza 30 giugno 2017) emessi sulla base delle tariffe approvate per l’anno 2016 e successivamente, ad avvenuta approvazione del piano finanziario definitivo 2017 predisposto dall’Ente gestore verranno emessi gli avvisi a saldo dei rimanenti periodi di imposta ed a conguaglio (scadenza 30 dicembre 2017).

LE COMPONENTI IMU E TASI VANNO CONTEGGIATE IN AUTOLIQUIDAZIONE (IL COMUNE NON INVIERA’ I MODELLI F24 PER IL PAGAMENTO DI TALI COMPONENTI DI IMPOSTA).

 

 

Per ogni informazione i contribuenti possono rivolgersi all’Ufficio Tributi (tel. 0425/1688997- 1688991) dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00 mercoledì (chiusura al pubblico) ed il giovedì anche dalle 15,00 alle 18,00

 

CALCOLATORE IUC 2017
 

Anche per l'anno 2017, l'Amministrazione Comunale ha ritenuto utile proporre, in collaborazione con ANUTEL, questo software che agevola nel calcolo delle imposte e nella compilazione del modello F24 da utilizzare per il versamento. Il risultato del calcolo dipende dalla correttezza e dalla coerenza dei dati inseriti dall'utente stesso.
Si invita pertanto gli utilizzatori di verificare le aliquote ed il regolamento deliberati.
Si ricorda che per loro natura l'IMU e la TASI sono imposte con adempimenti di denuncia, autoliquidazione e versamento spontanei da parte del contribuente che rimane, comunque, l'unico responsabile degli esatti adempimenti. L'Amministrazione Comunale non è responsabile di errori dovuti all'inserimento di dati non esatti, o ad errata interpretazione del presente schema di calcolo.

Novità IUC 2016

Con la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 - G.U. n. 302 del 30/12/2015, S.O. n. 70) sono state apportate importanti variazioni alla IUC in particolare per TASI su abitazione principale ed IMU su terreni agricoli.

A seguire riportiamo le novità principali relative ad IMU e TASI:

Nessun aumento di tributi regionali e locali: per l'anno 2016 è sospesa l'efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali per quanto attiene alla possibilità di aumentare la misura di tributi e addizionali rispetto ai valori applicati nel 2015. La sospensione non si applica alla tassa sui rifiuti (TARI).

TASI Abitazione principale: viene eliminata la TASI sull'abitazione principale per i proprietari e la quota TASI a carico degli occupanti/inquilini quando per l'inquilino l'immobile in locazione è abitazione principale. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (Cat. A1, A8 e A9).

IMU Terreni agricoli - Sono esentati i terreni di proprietà e condotti da CD e IAP di cui al D.Lgs. 29-03-2004, n. 99, con iscrizione alla previdenza agricola.

IMU su immobili concessi in comodato gratuito (comma 10): viene introdotta una sola forma di comodato gratuito con riduzione del 50% della base imponibile. Si tratta di una impostazione restrittiva in quanto limita le possibilità del comodato gratuito a pochi casi: si deve essere proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili ma in tal caso uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale del proprietario. In più c'è la condizione che l'immobile (o i due immobili)1 sia presente nello stesso comune dove si ha la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat, A1, A8 e A9). L'immobile in comodato non è assimilabile ad abitazione principale ma rimane un immobile soggetto ad aliquota ordinaria con base imponibile ridotta del 50%.
Vanno considerate anche le pertinenze secondo i limiti previsti per l'abitazione principale (massimo 3 pertinenze, una per ogni categoria catastale C2, C6 e C7).

Il comodato è possibile tra parenti in linea retta di primo grado (quindi solo tra figli e genitori). Sono esclusi comodati tra parenti al di fuori del primo grado.
Il comodatario deve usare l'immobile in comodato come sua abitazione principale quindi deve avere la residenza e l'abituale dimora nell'immobile avuto in comodato.

N.B. come specificato dal MEF nella nota, poiché la base imponibile TASI è la stessa dell'IMU, la riduzione vale anche ai fini TASI.

Il contratto di comodato deve essere registrato presso un qualunque ufficio dell'Agenzia delle Entrate (non vale nessuna scrittura privata o altra forma/dichiarazione di concessione del comodato). Occorre inoltre attestare i suddetti requisiti con la presentazione della dichiarazione IMU come previsto dall’art.9, comma 6, del D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23.

Quindi a titolo esemplificativo:

  • se si possiedono 3 (o più) immobili ad uso abitativo (per intero o in percentuale) non si può applicare la riduzione;

  • se i due immobili ad uso abitativo si trovano in due comuni diversi non si può applicare la riduzione;

  • se si risiede nel Comune A e l'immobile è situato nel Comune B (diverso dal Comune A) non si può applicare la riduzione;

  • se si risiede all'estero non si può applicare la riduzione;

  • se l'immobile dato in comodato non viene utilizzato come abitazione principale del comodatario non si può applicare la riduzione:

 

* Per "immobile", come specificato dal MEF durante Telefisco 2016 e dalla Circolare N.1/DF/2016,  deve intendersi un immobile ad uso abitativo ("laddove la norma richiama in maniera generica l'immobile, la stessa deve intendersi riferita all'immobile ad uso abitativo"), quindi il possesso di altra tipologia di immobile come un terreno agricolo, un'area edificabile o un capannone non esclude la possibilità di usufruire della riduzione del 50%, purché gli immobili ad uso abitativo siano massimo 2, entrambi situati nel comune di residenza del proprietario ed uno dei risulti essere abitazione principale del proprietario.



In particolare ai fini TASI il proprietario verserà la TASI con riduzione del 50% in base alla quota di ripartizione prevista dal Comune (70%) mentre il comodatario non pagherà la quota TASI di sua competenza (30%) in quanto per lui l'immobile è abitazione principale (il comodato sussiste solo se il comodatario utilizza l'immobile come sua abitazione principale quindi con residenza e dimora abituale).

Per quanto attiene l’obbligo di registrazione del contratto di comodato per maggiori dettagli si rinvia alla lettura della nota del Ministero dell’ Economia e delle Finanze prot. 2472 del 29 gennaio 2016.

IMU e TASI Immobili locati a canone concordato: per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’imposta, determinata applicando l’aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75 per cento.

Art.1 comma 133 - Anticipazione al 01/01/2016 del nuovo sistema sanzionatorio penale e amministrativo introdotto con il DLgs 158/2015 - Riduzione della sanzione minima per ravvedimenti effettuati entro 90 giorni dalla scadenza.

Scadenze IMU e TASI 2016

Le scadenze di IMU e TASI sono regolamentate dalla normativa di riferimento.

 

 

ACCONTO (o intera imposta)

SALDO

IMU

16 Giugno 2016

16 Dicembre 2016

TASI

16 Giugno 2016

16 Dicembre 2016

 

Le scadenze di TARI sono state individuate dal Consiglio comunale.

 

 

ACCONTO

SALDO

TARI

30 Giugno 2016

30 Dicembre 2016

 

 

 

Il Consiglio comunale di Fiesso Umbertiano in data 26 aprile 2016 ha approvato le seguenti delibere rilevanti in materia, disponibili per consultazione, sul sito Dipartimento delle finanze Fiscalità locale all’indirizzo http://www.finanze.it o nell’home page del sito istituzionale:

  • N. Reg. 9 relativa alla modifica del regolamento per la disciplina della I.U.C.;

  • N. Reg. 10 relativa a Determinazione aliquote e detrazioni IMU – anno 2016;

  • N. Reg. 11 relativa a Aliquote ASI (TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI) Anno 2016 – approvazione;

  • N. Reg. 12 relativa ad Approvazione del Piano Finanziario per l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti (TARI) per l’anno 2016. Approvazione tariffe tariffe per il servizio di gestione del ciclo dei rifuiti solidi urbani e definizione delle scadenze;

Per la TA.RI. (tassa rifiuti) 2016 il Comune di Fiesso Umbertiano, invierà i modelli di pagamento precompilati per il versamento della rata in acconto (scadenza 30 giugno 2016) emessi sulla base delle tariffe approvate per l’anno 2016 e successivamente gli avvisi a saldo (scadenza 30 dicembre 2016).

LE COMPONENTI IMU E TASI VANNO CONTEGGIATE IN AUTOLIQUIDAZIONE (IL COMUNE NON INVIERA’ I MODELLI F24 PER IL PAGAMENTO DI TALI COMPONENTI DI IMPOSTA).



sul sito http://www.comunefiessoro.it è a disposizione il calcolatore “calcolo IUC” messo a disposizione dall’ANUTEL per il conteggio e la stampa dei relativi modelli F24 utili ai fini del pagamento dell’IMU e della TASI.

(Si invita comunque gli utilizzatori di verificare le aliquote ed il regolamento deliberati)

 

Per ogni informazione i contribuenti possono rivolgersi all’Ufficio Tributi (Tel. 0425/1688997-1688991)

 

dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00

mercoledi (chiusura al pubblico) il giovedì dalle 15,00 alle 18,00

IMU 2015 - INFORMATIVA

La "legge di stabilità 2014" n. 147 del 27.12.2013 ha istituito dal 1° gennaio 2014 l'Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone dell'Imposta Municipale Propria (IMU), di natura patrimoniale e dovuta dal possessore di immobili escluse le abitazioni principali, di una componente riferita ai servizi, a sua volta articolata nel Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) e nella Tassa sui Rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

La disciplina della IUC, contenuta nella legge n. 147/2013  è integrata dal Regolamento comunale cui spetta il compito di definire nel dettaglio alcuni aspetti di rilievo relativi all'applicazione delle singole componenti dell'imposta.

 

PER LA TA.RI. (TASSA RIFIUTI) 2015 IL COMUNE DI FIESSO UMBERTIANO, INVIA I MODELLI DI PAGAMENTO PRECOMPILATI PER IL VERSAMENTO DELLA RATA IN ACCONTO (SCADENZA 30 GIUGNO 2015) ED A SALDO (SCADENZA 30/12/2015) SULLA BASE DELLE TARIFFE APPROVATE PER L'ANNO 2015.

  

LE COMPONENTI IMU E TASI VANNO CONTEGGIATE IN AUTOLIQUIDAZIONE (IL COMUNE NON INVIERA’ I MODELLI F24 PER IL PAGAMENTO DI TALI COMPONENTI DI IMPOSTA).

 

Si fornisce di seguito una guida per il contribuente, ripartita per le singole componenti del tributo, indicando inoltre un riepilogo con le scadenze 2015 di ogni singola componente della IUC:

 

 

SCADENZE ANNO 2015

 

TA.RI.

ACCONTO 30/06/2015

SALDO 30/12/2015

TASI

ACCONTO 16/06/2015

SALDO 16/12/2015

IMU

ACCONTO 16/06/2015

SALDO 16/12/2015

 

Il versamento del saldo IMU e TASI a conguaglio per l'anno 2015 (scadenza 16 dicembre 2015) va eseguito sulla base delle aliquote e delle detrazioni approvate dal Comune di Fiesso Umbertiano per l’anno 2015 in data 30/07/2015.

 

 

 

ALIQUOTE E DETRAZIONE TASI 2015
(delibera C.C. n. 13 del 30.07.2015)

ABITAZIONE PRINCIPALE (DI PROPRIETA') E RELATIVE PERTINENZE
(come definita ai fini IMU)

FABBRICATI DIVERSI DALL’ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE E PER LE AREE EDIFICABILI
(come definiti ai fini IMU)

FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
(come definiti ai fini IMU)

 

ALIQUOTA TASI

ALIQUOTA TASI

ALIQUOTA TASI

 2,0 per mille

 1,9 per mille

 1,00 per mille

 

Percentuale a carico dell’occupante/detentore non titolare di diritto reale in misura del 30% del tributo complessivamente dovuto

 

 

ALIQUOTE E DETRAZIONE IMU
(delibera C.C. n. 12 del 30.07.2015)

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE
(solo categorie A/1, A/8 e A/9)

DETRAZIONE
Abitazione principale e relative pertinenze

TERRENI AGRICOLI E AREE FABBRICABILI ALTRI IMMOBILI  * 

ALIQUOTA IMU

ALIQUOTA IMU

DETRAZIONE

ALIQUOTA IMU ALIQUOTA IMU

ESENTE

4 per mille

200 euro

8,7 per mille 8,7 per mille

 

 

* anche per l’anno 2015 è stata confermata l’applicazione dell’aliquota ridotta per gli immobili ad uso produttivo accatastati in categoria “D” , nella misura dello 0,76%, senza alcun incasso da parte del Comune;

Sono state inoltre confermate ed approvate le seguenti  agevolazioni in riferimento alle aliquote e detrazioni, consistenti nel:

- considerare direttamente adibita ad abitazione principale con conseguente applicazione dell’esenzione o dell’aliquota ridotta e della relativa detrazione, l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. Allo stesso regime dell’abitazione soggiace anche l’eventuale pertinenza.

- aumentare ad euro 250,00 la detrazione prevista dall’art.13, comma 10 del citato D.L. n.201/2011 relativa all’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e soggetta ad Imu, nel caso in cui dimori abitualmente e risieda anagraficamente nella stessa abitazione principale del soggetto passivo di imposta, una persona alla quale la competente autorità abbia riconosciuto una invalidità permanente in misura pari o superiore al 75% ed il valore Isee del nucleo familiare relativo all’anno precedente, sia inferiore ad euro 15.000,00.

-aumentare ad euro 250,00 la detrazione prevista dall’art.13, comma 10 del citato D.L. n.201/2011 relativa all’unita’ immobiliare adibita ad abitazione principale e soggetta ad Imu, nel caso in cui, in assenza di persona invalida di cui al precedente punto, il valore isee del nucleo familiare (relativo all’anno precedente) del soggetto passivo di imposta, sia inferiore ad euro 12.000,00.

-applicare un’aliquota ridotta allo 0,76% con conseguente riduzione della sola quota spettante al Comune, per gli immobili di categoria catastale C1 e C3 utilizzati direttamente ed esclusivamente per lo svolgimento della propria attività lavorativa artigianale e commerciale, dal soggetto passivo di imposta.

Ai sensi dell’art.49, comma 3-bis del Regolamento I.U.C. vigente (rif. Delibera di C.C. n. 11 del 30.07.2015) “A partire dall’anno 2015 l’assimilazione all’abitazione principale operata dall’art. 9-bis D.L. n. 47 del 28 marzo 2014 convertito con modificazioni dalla Legge 80 del 23 maggio 2015 limitatamente ad una ed una sola unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione non risulti locata o data in comodato d’uso comporta   assoggettamento alla TASI  di tale fattispecie nella misura ridotta di 2/3”.     

Ed ai sensi dell’art. 39,  comma 1-bis del già citato regolamento I.U.C. “A partire dall’anno 2015, ai sensi dell’art. 9-bis D.L. n. 47 del 28 marzo 2014 convertito con modificazioni dalla Legge 80 del 23 maggio 2015, limitatamente ad una ed una sola unità immobiliare, posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione non risulti locata o data in comodato d’uso, la TARI è applicata, per ciascun anno in misura ridotta di 2/3.”.

 

 

Sul sito http://www.comunefiessoro.it è a disposizione il calcolatore "calcolo IUC" messo a disposizione dall’ANUTEL per il conteggio e la stampa dei relativi modelli F24 utili ai fini del pagamento dell’IMU e della TASI.

Si invita comunque gli utilizzatori di verificare le aliquote ed il regolamento deliberati pubblicati sul sito Dipartimento delle finanze (http://www.finanze.gov.it) e sull’home page del sito istituzionale.

 

PER OGNI INFORMAZIONE I CONTRIBUENTI POSSONO RIVOLGERSI ALL’UFFICIO TRIBUTI
(TEL. 0425/1688997-1688991)

 

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO:
DAL LUNEDÌ AL SABATO DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 13,00
MERCOLEDI (CHIUSURA AL PUBBLICO)
IL GIOVEDÌ DALLE 15 ALLE 18,00


IUC - Imposta Unica Comunale (TASI - TARI - IMU) 2014

          INFORMATIVA

 

La “legge di stabilità 2014”n. 147 del 27.12.2013 ha istituito dal 1° gennaio 2014 l'Imposta Unica Comunale (IUC) che si compone dell'Imposta Municipale Propria (IMU) , di natura patrimoniale e dovuta dal possessore di immobili escluse le abitazioni principali, di una componente riferita ai servizi, a sua volta articolata nel Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) e nella Tassa sui Rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.


La disciplina della IUC, contenuta nella legge n. 147/2013  è integrata dal Regolamento comunale cui spetta il compito di definire nel dettaglio alcuni aspetti di rilievo relativi all'applicazione delle singole componenti dell'imposta. Il Comune di Fiesso Umbertiano in data 30 luglio2014 ha approvato il “Regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta unica comunale (IUC)” che comprende la disciplina delle componenti Imu-Tasi-Tari, sostituendo il precedente regolamento Imu e Tares con la regolamentazione della nuova tassa Tasi ed ha deliberato le relative aliquote.

 

Per la TARI il Comune di Fiesso Umbertiano, che ha già provveduto ad inviare rata in acconto (scadenza 30 giugno 2014), provvederà ad inviare i modelli di pagamento precompilati per il versamento del saldo (scadenza 30/12/ 2014).

Le componenti IMU e TASI vanno conteggiate in autoliquidazione.

 

Si fornisce di seguito una guida per il contribuente, ripartita per le singole componenti del tributo, indicando inoltre un riepilogo con le scadenze 2014 di ogni singola componente della IUC:

 

TRIBUTO

ACCONTO

SALDO


TASI
(senza distinzione tra prima casa ed altri immobili)

16/10/2014

16/12/2014


TARI

30/06/2014

30/12/2014



IMU

16/06/2014

16/12/2014

 

IMU ENTI NON COMMERCIALI

1° ACCONTO

2° ACCONTO

16/06/2015

nella misura del 50% dell'imposta  dovuta per l'anno precedente:
ENTRO IL 16/06/2014

nella misura del 50% dell'imposta  dovuta per l'anno precedente:
ENTRO IL 16/12/2014

 

ALIQUOTE E DETRAZIONE TASI 2014

ABITAZIONE PRINCIPALE (DI PROPRIETA') E RELATIVE PERTINENZE
(come definita ai fini IMU) 

FABBRICATI DIVERSI DALL’ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE E PER LE AREE EDIFICABILI       (come definiti ai fini IMU)

FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE
(come definiti ai fini IMU)

 


ALIQUOTA TASI


ALIQUOTA TASI


ALIQUOTA TASI


 1,4 per mille


 1,9 per mille


 1,00 per mille

 
 

ALIQUOTE E DETRAZIONE IMU 2014

ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE


ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE
(solo categorie A/1, A/8 e A/9)

DETRAZIONE
Abitazione principale e relative pertinenze

TERRENI AGRICOLI E AREE FABBRICABILI

ALTRI IMMOBILI  *


ALIQUOTA IMU


ALIQUOTA IMU


DETRAZIONE


ALIQUOTA IMU


ALIQUOTA IMU


ESENTE


4 per mille


200 euro


8,7 per mille


8,7 per mille

 

* anche per l’anno 2014 è stata confermata l’applicazione dell’aliquota ridotta per gli immobili ad uso produttivo accatastati in categoria “D” , nella misura dello 0,76%, senza alcun incasso da parte del Comune;

Sono state inoltre confermate ed approvate le seguenti  agevolazioni in riferimento alle aliquote e detrazioni, consistenti nel:

- considerare direttamente adibita ad abitazione principale con conseguente applicazione dell’esenzione o dell’aliquota ridotta e della relativa detrazione, l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata. Allo stesso regime dell’abitazione soggiace anche l’eventuale pertinenza.

- considerare direttamente adibita ad abitazione principale con conseguente applicazione dell’esenzione o dell’aliquota ridotta e della relativa detrazione, l’unità immobiliare posseduta in Italia a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a condizione che la stessa non risulti locata. Allo stesso regime dell’abitazione soggiace anche l’eventuale pertinenza.

- aumentare ad euro 250,00 la detrazione prevista dall’art.13, comma 10 del citato D.L. n.201/2011 relativa all’unita’ immobiliare adibita ad abitazione principale e soggetta ad Imu, nel caso in cui dimori abitualmente e risieda anagraficamente nella stessa abitazione principale del soggetto passivo di imposta, una persona alla quale la competente autorità abbia riconosciuto una invalidità permanente in misura pari o superiore al 75% ed il valore Isee del nucleo familiare relativo all’anno precedente, sia inferiore ad euro 15.000,00.

-aumentare ad euro 250,00 la detrazione prevista dall’art.13, comma 10 del citato D.L. n.201/2011 relativa all’unita’ immobiliare adibita ad abitazione principale e soggetta ad Imu, nel caso in cui, in assenza di persona invalida di cui al precedente punto, il valore isee del nucleo familiare (relativo all’anno precedente) del soggetto passivo di imposta, sia inferiore ad euro 12.000,00.

-applicare un’aliquota ridotta allo 0,76% con conseguente riduzione della sola quota spettante al Comune, per gli immobili di categoria catastale C1 e C3 utilizzati direttamente ed esclusivamente per lo svolgimento della propria attività lavorativa artigianale e commerciale, dal soggetto passivo di imposta.

 

Regolamento IUC anno 2014

Aliquote IMU anno 2014

Aliquote TASI - tributo sui servizi indivisibili anno 2014

Codici tributo TASI – Risoluzione n. 46/E del 24 aprile 2014

 

sul sito http://www.comunefiessoro.it è a disposizione il calcolatore “calcolo IUC” messo a disposizione dall’ANUTEL per il conteggio e la stampa dei relativi modelli F24 utili ai fini del pagamento dell’IMU e della TASI.

(Si invita comunque gli utilizzatori di verificare le aliquote ed il regolamento deliberati)

 

Per ogni informazione i contribuenti possono rivolgersi all’Ufficio Tributi (Tel. 0425/1688997-1688991) nei seguenti giorni:

dal lunedì al sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30

il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17,30



Data aggiornamento scheda

08/05/2017
Via Verdi, 230 - 45024 Fiesso Umbertiano (RO)
P.IVA 00197230295
tel. 0425 - 741300 PEC: info@pec.comunefiessoro.it